AIUTI ALLE IMPRESE PER LA COMPETITIVITÀ

Giu 12, 2017
Walter Secci

è stato finalmente pubblicato dalla Regione sarda il bando dedicato a “Aumento della competitività (T2)” che prevede un contributo a fondo perduto e finanziamenti a condizioni privilegiate per lo sviluppo aziendale.

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese operanti da almeno due anni, che realizzano Piani di sviluppo d’impresa per l’espansione della produzione, il riposizionamento competitivo o l’adattamento al mercato attraverso l’introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale da realizzare anche attraverso l’apertura di nuove unità locali.

Il piano è costituito da investimenti produttivi e può comprendere spese per formazione, consulenza e capitale circolante.

L’importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili del piano è compreso tra 200.000 e 800.000 euro, e deve essere coperto per almeno il 25% con mezzi propri e/o finanziamenti di terzi in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico.

Sul valore del piano è riconosciuta una sovvenzione a fondo perduto entro i massimali previsti dalla Carta degli aiuti di stato o in de minimis e finanziamenti a condizioni privilegiate.

I settori ammissibili, sulla base dei codici Ateco 2007, sono:

(B) Estrazione di minerali da cave e miniere (escluso il codice 05 estrazione di carbone)

(C) Attività manifatturiere

(D) Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (solo codice 35.30 solo ghiaccio alimentare)

(E) Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento

(F) costruzioni

(H) Trasporto e magazzinaggio (solo codici 49.39.01, 49.39.09, 50.10, 50.30, 52.10.10, 52.10.20)

(I) Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

(J) Servizi di informazione e comunicazione

(N) Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

(R) Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (escluso codice 92)

Le domande di agevolazione possono essere presentate dal 25 luglio 2017

Procedura valutativa a sportello, fino ad esaurimento delle risorse.

No comments

You must be logged in to post a comment.